Google, l’Europa e le ripercussioni su Android.

tlcomm,cristiano,cottignoli,consulenza,informatica,sviluppo,software,telefonia,ip,siti,web,mobili,app,telecomunicazioni,vendita,online,notebook,personal,computer,refurbished,ricondizionati

Le nuove politiche commerciali di Google in Europa interesseranno anche gli utenti europei.

Le multe, le critiche, i richiami ufficiali volte all’azienda di Mountain View da parte dell’Unione Europea per presunte pratiche commerciali non concorrenziali e la violazione del copyright perpetrata da Google News nei confronti degli editori, punta dell’iceberg di un rapporto conflittuale culminato nel mese scorso con la multa unica nel suo genere di 5 miliardi di dollari per presunto abuso di posizione dominante nel segmento Android.

La presunta posizione dominante deriverebbe dal fatto che secondo l’Unione Europea, Google, imponendo la preinstallazione di alcune APP come Google Ricerca, Chrome, You Tube, non farebbe altro se non utilizzare il sistema operativo Android come trampolino di lancio per rafforzare sempre di più il suo motore di ricerca e, nonostante Google abbia negato la pratica scorretta la verità è che per far eseguire le applicazioni di Google occorre comunque installare i servizi Google.

Tutto questo ha portato Google alla decisione, annunciata, che saranno distribuite nuove versioni di Chrome e del motore di ricerca che offriranno all’utente la possibilità di scaricare altri browser ( Firefox, Edge, Opera ) o utilizzare altri motori di ricerca anche se queste possibilità saranno disponibili secondo modalità diverse variando da paese a paese.

Condividi con i tuoi amici